OnePlus 6T: presentato ufficialmente il nuovo modello di smartphone

OnePlus 6T: presentato ufficialmente il nuovo modello di smartphone

Un prodotto al passo coi tempi

Nell’era tecnologica tutto sembra susseguirsi ormai a ritmi accelerati e la vita di un prodotto è destinata ad esaurirsi in un breve periodo, secondo una legge di mercato ben precisa, richiedendo alle società del settore un costante rinnovamento in software e in hardware dei loro prodotti. E in questo, il mondo degli smartphone non è certamente da meno.

OnePlus, azienda cinese con sede centrale a Shenzhen, da qualche anno entrata a livello mondiale nella famiglia dei cellulari più evoluti, ha presentato Lunedì pomeriggio, in contemporanea da New York, via streaming, alla Torneria Tortona di Milano il suo nuovo modello OnePlus 6T, con annesso accessori e gadget particolari, il top della gamma della precedente serie primaverile. L’evento ha visto la presenza sia dello staff italiano che di quello americano. Il keynote è stato preceduto da un breve video in cui si ripercorrevano le tappe più significative che hanno segnato l’evoluzione di questo dispositivo sottolineando l’importanza di quanto abbiano contato i numerosi feedback da parte degli utenti.

È intervenuta anche Silvia Conti, responsabile PR, la quale ha sottolineato che quello di Lunedì è stata la prima manifestazione italiana in assoluto e ha ribadito il ruolo strategico dell’Italia nel mobile, annunciando tra l’altro anche l’apertura a Milano dell’unico Pop-Up Store. Quali, allora, le specifiche tecniche?

OnePlus 6T: presentato ufficialmente il nuovo modello di smartphone

Saranno a disposizione del pubblico tre versioni: una con 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione; una seconda con 8 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione; una terza con 8 GB di RAM e 256 di spazio di archiviazione. La vera novità è data da una fotocamera posteriore dotata di un doppio sensore di cui quello principale da 16MPx ed il secondario da 20MPx entrambi con apertura ottica f/1,7 ottimizzata per fotografie con scarsa luminosità (grazie alla funzione Nightscape) e per i ritratti (utilizzando la funzione Studio Lighting).

Ha un Display da 6,41 pollici dotato di tecnologia Optic AMOLED FullHD+ 19,5:9 con Fingerprint Sensor, il lettore di impronte digitali sullo schermo. Inoltre è stato rimosso il connettore jack  per dare spazio ad un’unica porta Type-C 2.0, all’interno della confezione però troveremo un adattatore Type-C per il jack da 3.5mm. La protezione dello schermo è affidata al Gorilla Glass 6 e vale la pena ricordare che il cellurale è stato pensato anche per il gaming.

Le cover ufficiali, il cui prezzo va da un massimo di 23 euro ad un minimo di 15, sono le medesime già collaudate per il OnePlus 6 e cioè la Case Carbon, la Protective Case Sandstone, la Silicone Protective Case Red, la Flip Cover Black e la Nylon Bumper Case.

OnePlus ha stretto, per l’occasione, due significative partnership sul suolo statunitense: la prima con l’operatore multinazionale di telefonia mobile T-Mobile e l’altra con Qualcomm, società di ricerca e sviluppo nel campo delle telecomunicazioni senza fili, che permette il 5G, mentre qui da noi con Vodafone e con Tre.

Il lancio delle vendite è fissato per il giorno 1 Novembre negli U.S.A. e in Europa il 6 del medesimo mese ad un prezzo che oscilla tra i 559 euro e i 639 euro per la versione più dotata.

Altre storie
OnePlus 6T: presentato ufficialmente il nuovo modello di smartphone
Call of Duty Black Ops 4: le prime polemiche su Mercato Nero