L’angolo Indie: i giochi Kickstarter

Eccoci qua! Un altro mercoledì e un altro gio… no aspetta! Oggi non parliamo di un singolo gioco, anzi, oggi parliamo di quei titoli, sempre indie ovviamente, che sono ancora in lavorazione, e che hanno bisogno del nostro aiuto per essere finiti, ovvero i titoli Kickstarter. Ma cos’è Kickstarter? Questo sito permette di pubblicizzare un tuo progetto e gli utenti, potranno scegliere se finanziarlo o no, e questo non riguarda solo i videogiochi, ma proprio qualsiasi tipo di progetto dalla musica, alla fotografia, dove saremo noi a decidere se poter aiutare i creatori di un determinato lavoro donandoli qualche soldo così che possa lavorare a tempo pieno su di esso.

Da questo sito ormai escono davvero tanti giochi più o meno validi in realtà, perchè tante volte vengono anche fatte false promesse, ma è vero che si possono trovare anche tanti ragazzi che ci mettono tutto e si impegnano al massimo per realizzare un prodotto di qualità. Infatti oggi parleremo di alcuni titoli che tra tutti, meritano sicuramente la vostra attenzione e magari anche il vostro sostegno e se decidete di voler contribuire ovviamente vi saranno dati premi in cambio, più supportate a livello economico più premi riceverete, per esempio se donate 10 euro vi danno il gioco a 25 euro vi danno anche la maglietta e così via.

Ma bando alle ciance e tuffiamoci sui titoli davvero meritevoli sia oggettivamente parlando, che per mio gusto personale. Il primo progetto che vi voglio presentare è affine ai giochi visti di recente ovvero un horror. Parliamo di Infliction un gioco realizzato in Unreal Engine 4 quindi dalla ottima grafica, ma la cosa che mi ha colpito di più è che ,al titolo, sembra ci stia lavorando una persona sola. Il lavoro di Clinton Mccleary sembra davvero ben fatto, inoltre anche la mole di lavoro deve essere stata pazzesca visto che il gioco sembra essere molto grande, e come se non bastasse mai vuoto. In ogni scrivania, letto che troveremo ci sarà qualcosa che potremmo toccare, girare, a volte addirittura aprire e leggere. 

La cosa che ancora di più mi ha sorpreso è che, stando a quello che dice il creatore, il gioco sarebbe già praticamente finito e che dovrebbe uscire ,in ogni caso, il giorno di Hallowen di quest’anno. Ci troviamo davanti sicuramente un gran lavoratore quindi che da solo è riuscito a mettere in piedi quello che sembra un buon gioco ma purtroppo rispetto a uno degli altri giochi che vedremo, ha raggiunto meno della metà dei fondi richiesti. Nel caso vogliate provarlo, c’è già la possibilità di scaricare la demo direttamente da Kickstarter, cosa che purtroppo io non ho potuto fare, non avendo un computer decente.

Oltre ad essere un ottimo gioco, ben realizzato e ben strutturato sembra anche avere un comparto storia, infatti dovremmo investigare sulla strana morte di questa famiglia e dare, allo spirito che ci braccherà, la pace. Se il gioco verrà davvero pubblicato spero mantenga le premesse fatte finora perchè ,per il momento, potrebbe essere davvero un ottimo titolo horror indie da recuperare.

Adesso invece parliamo di qualcosa di diverso, qualcosa che non ho compreso a pieno, ma che mi ha affascinato e non poco cioè 8128: the perfect year. Se il gioco si potesse riassumere in una parola, quella parola sarebbe ”strano” però in maniera positiva. Mi spiego meglio, dico strano perchè il gioco vuole essere tutto, ovvero che non ha un genere preciso ma vuole inserire tutto in un singolo titolo quindi ci sono battaglie fisiche, corse di strani mezzi e presenza della tabella dei livelli, quindi vuole anche essere un gioco di ruolo, il tutto online e come se non fosse abbastanza è contornato da un atmosfera psichedelica e vi giuro che le immagine che state per vedere sono dello stesso gioco

Il gioco vuole proporre anche una modalità single player di cui sarò estremamente sincero, non ho capito assolutamente niente. Giustamente allora vi chiederete cosa ci fa un ”casino” nel genere in questo articolo? Penso che mi abbia affascinato l’ambizione dietro a questo progetto e il fatto anche che è stato davvero poco sostenuto, il che in realtà è comprensibile visto la pericolosità di fallimento su tutti i fronti del progetto già in principio, ma secondo me ogni tanto rischiare fa bene e un progetto così ambizioso merita sicuramente attenzione.

Il prossimo e ultimo gioco di cui parliamo è sicuramente molto più famoso degli altri due ed ha già raggiunto la quota prestabilita di donazioni su Kickstarter e ha raggiunto anche picchi molto alti, così alti che sarà distribuito persino sulle console moderne. Parliamo di Blasphemous titolo della The Game Kitchen creatore del famoso e pluripremiato gioco horror punta e clicca The Last Door (titolo che magari apparirà anche nella rubrica).

Questo titolo è tutto quello che personalmente mi piace e voglio vedere in un videogioco, tanto sangue e azione, un ambientazione gotica interessante, nemici sempre diversi e un art direction veramente valida, poi, se il tutto è in pixel art per me è la perfezione. Ma oggettivamente parlando questo è sicuramente il titolo più completo e più studiato rispetto agli altri, è presente una cura dei dettagli quasi maniacale, delle ambientazioni davvero belle, ma sopratutto delle animazioni davvero molto ben realizzate. Piccolo avviso però, il gioco is chiama ”Blasphemous” ovvero blasfemia, bestemmia in italiano, quindi se siete troppo religiosi ve lo sconsiglio caldamente. 

Infatti troviamo qualcosa come la famosa pietà di Michelangelo sfigurata da un mostro che stacca letteralmente la testa alla madonna e la lancia contro il nostro personaggio, insomma l’irriverenza è all’ordine del giorno, e del titolo è uscita solo la prima ora di gioco. Ovviamente il gioco vuole anche riprendere quelle che sono le caratteristiche principale della serie souls, ma secondo me qui ci distanziamo davvero tanto dalla famosa serie From Software. Più simile a Bloodborne a livello di ambientazione, il titolo presenta davvero un incredibile comparto artistico che mi ha lasciato subito a bocca aperta.

 

L’unico punto debole del gioco per il momento sembra essere il combat system ma il gioco è ancora in fase di sviluppo e recentemente è stato fatto vedere qualcosa e anche questo punto sembra migliorato con l’aggiunta di esecuzioni, attacchi dall’alto e caricati e la possibilità di potenziare la propria arma.

Sembra che il gioco avrà anche una storia, del quale purtroppo, non sappiamo ancora molto ma teniamo le dita incrociate nella speranza che, il titolo, mantenga le speranze e le promesse fatte.

Se dovessi scegliere quale dei tre titoli finanziare e supportare, personalmente questo sarebbe quello su cui punterei sicuramente ma comprendo che non sia per tutti. Indubbiamente ci troviamo di fronte a quello che sembra essere un titolo incredibilmente curato nei dettagli. 

E anche per oggi abbiamo finito, io spero che l’articolo vi sia piaciuto e vi abbia incuriosito, vi lascerò i link dei tre giochi qui sotto nella speranza che passate a darci un occhiata.

Infliction:       https://www.kickstarter.com/projects/491546610/infliction-a-nightmarish-suburban-horror-game?ref=discovery

8128: A perfect yearhttps://www.kickstarter.com/projects/hypostaticstudios/8128-a-perfect-year?ref=discovery

Blasphemous:   https://www.kickstarter.com/projects/828401966/blasphemous-dark-and-brutal-2d-non-linear-platform?ref=discovery

E voi che ne pensate dei titoli? Vi ispirano?

Altre storie
L’angolo Indie: Cuphead e simili