In questo SitoWeb non troverai pubblicità! Ma solo tanta passione per i videogiochi. Supportaci e diventa Patreon💙

L’angolo Indie: Oxenfree

Ed eccoci qua ragazzi altro mercoledì altro gioco Indie, ma oggi non parliamo sicuramente di un indie conosciuto anche perchè sono una brutta persona e non ho ancora trovato il tempo per giocare ad Undertale che sicuramente entrerà ben presto nella rubrica non temete. Quindi di cosa parliamo oggi? Questo titolo probabilmente lo conosciamo io e gli sviluppatori di esso, ovvero Oxenfree titolo della Night School Studios uscito poco meno di due anni fa.

Come mai oggi parliamo di questo titolo? Come già detto Oxenfree è veramente poco conosciuto ma nonostante questo credo sia un titolo incredibilmente sottovalutato ma in cosa consiste precisamente? beh se siete amanti dei giochi decisionali, e dei giochi in grafica 2D/3D Oxenfree fa proprio per voi, la storia è molto interessante, con un idea non del tutto originale ma con elementi veramente buoni.

Voi siete Alex una adolescente che porta il suo nuovo fratellastro Jonas in questa isola dove lei con i suoi amici: Ren, Nona e Clarissa vanno in vacanza spesso, ma analizziamoli per bene. Ren è il migliore amico di Alex, un ragazzo simpatico con la risposta sempre pronta, non ha alcuna paura di dire le sua opinione, anche se rischia di mettere a disagio gli altri personaggi durante la storia, ma nonostante tutto è molto insicuro di se. Nona invece è la classica teenager timida  dal look ”emo”, non riesce a esprimere mai chiaramente le sue emozioni, nonostante ciò, ogni tanto sarà capace anche di calmare la situazione oppure anche di prendere delle decisioni importanti. Clarissa invece sarà il personaggio che più odierete in assoluto all’inizio, sempre acida e molto scostante, vi farà spesso perdere le staffe anche con uscite davvero poco adatte alla situazione e prive di sensibilità, ma anche lei in fondo in fondo ha dei sentimenti.

Mentre per Alex la protagonista il suo carattere sarà formato da voi ovviamente, ma di base è una ragazza tosta, spesso sicura di se. Purtroppo lei ha subito una perdita recentemente davvero difficile da poter superare e che affronterà nel corso della storia. La cosa che sicuramente colpisce di più di questo gioco è la naturalezza con cui parlano i personaggi tra loro, sembrano assolutamente realistici, persone davvero vere e non macchiette buttate li a caso, ogni vostra minima scelta infatti intaccherà la relazione con ogni personaggio, le vostre decisioni insomma, si faranno davvero sentire.

La storia, come detto in precedenza si svolge su questa piccola isola  dove i nostri protagonisti sono intenti a rilassarsi e bersi una birra sulla spiaggia,i ragazzi fanno vedere a Jonas una grotta li vicino su cui girano delle voci molto inquietanti e i ragazzi scopriranno qualcosa che forse sarebbe stato meglio non scoprire. Il gioco non è realizzato in modo gigantesco come siamo abituati ormai, infatti non vi aspettate mappe enormi, inoltre essendo in 2D il gioco è a scorrimento con inseriti ,ogni tanto, dei possibili percorsi in un semi 3D gestito non troppo bene in realtà nonostante alcune ambientazioni sono davvero ben costruite e la mappa si interseca spesso. Bello vedere finalmente una storia che si svolge in un posto piccolo e riesce a sfruttarli pochi ambienti presenti per creare un ottima storia.

La storia è un mix tra i classici ”teen drama” e un Thriller horror, alcuni elementi presenti nel gioco sono davvero inquietanti, ovviamente non ci saranno spoiler di nessun tipo in questo articolo per cui mi fermo qui per quanto riguarda la storia, per cui parliamo del gameplay, anche se non c’è gran che da dire, è un decisionale quindi il gioco funziona appunto in modo classico, c’è anche la possibilità di selezionare le frequenze radio che sarà una ”meccanica” fondamentale ma non è nulla di cosi elaborato, infatti parliamo di un altra avventura grafica.

Opinioni personali:

Beh la mia opinione personale sul titolo è sicuramente positiva nonostante ovviamente non sia assolutamente all’altezza dei precedenti giochi trattati in questa rubrica però quando ho scoperto questo titolo sul gamepass dell’Xbox One ne rimasi piacevolmente colpito, però il gioco ha davvero tanti difetti qualche bug, le ambientazioni sono un pò povere, nonostante le finali sono veramente buone e la storia è originale e raramente vedrete qualcosa di simile, inoltre i finali sono molti e tutti diversi, anche le relazioni con tutti i personaggi sono variabili, e le vostre scelte non solo influenzeranno le vostre di relazione ma anche quelle di alcuni personaggio. Quindi per riassumere la mia opinione sul titolo: il gioco mi è piaciuto e nonostante i difetti il gioco si lascia tranquillamente giocare e la storia riesce a sorreggere abbastanza il tutto. Un altro punto a favore è la lunghezza del titolo, ovvero la sua cortezza. La storia si svolge linearmente senza un ”allungamento di brodo” di nessuno tipo e personalmente preferisco cosi, che un titolo come Beyon: Two Souls dove nonostante cerchi di raccontare la storia della protagonista in modo esaustivo per fartene affezionare però non riesce nel suo intento e addirittura annoia anche parzialmente.

Se vogliamo inoltre guardare anche il comparto artistico, devo ammettere che non è dei migliore ma che personalmente mi ha colpito davvero molto, alcune idee come la rappresentazione degli ”spiriti” presenti del gioco ( non dico altro per evitare spoiler) o molti degli scenari paranormali che vengono mostrati mi hanno colpito in maniera positiva

Oxenfree è un ottimo titolo indie con una storia avvincente e dei personaggi ottimi in cui ci si può riconoscere, purtroppo i vari difetti non ne fanno un gioco perfetto ma è sicuramente un titolo altamente godibile e una bella sorpresa che potrete finire tranquillamente in una sera. Insomma oggi abbiamo parlato di un titolo davvero poco conosciuto ma che comunque merita. Io spero che questo articolo vi invogli a provarlo, inoltre come accennato in precedenza, se avete l’abbonamento Xbox Gamepass potrete usufruirne gratuitamente insieme a tantissimi altri giochi!

Spero che l’articolo vi sia piaciuto, noi ci vediamo sempre mercoledì con un altro Indie, magari, dalla prossima volta cominceremo ad affrontare qualche Indie Horror, ovviamente non parleremo dei più famosi ma parleremo magari di qualche titolo horror indie poco conosciuto ma assolutamente meritevole! Alla prossima settimana!

Altre storie
Marvel Strike Force – La Recensione