In questo SitoWeb non troverai pubblicità! Ma solo tanta passione per i videogiochi. Supportaci e diventa Patreon💙

L’angolo Indie: The Crooked Man

Eccoci qua, un altro mercoledì e quindi un altro indie. Ma devo ammettere che sarà molto più difficile del previsto scrivere questo articolo e vorrei parlarne con voi. Quando scelsi The Crooked Man settimana scorsa, come gioco di cui avrei parlato nel prossimo Angolo Indie pensavo che sarebbe stato facile e che il titolo non fosse gran che complesso visto che lo giocai tanto, tanto tempo fa. Cosi decisi di riprenderlo in mano, per rigiocarlo e evidenziarne dei difetti che non mi ricordavo, o anche solo rigiocare a un gioco di cui avevo ottimi ricordi.

Ma quando lo giocai mi ritrovai qualcosa in mano che non mi aspettavo. Uno story telling di altissimo livello, un gameplay avvincente e tante altre cose ma partiamo con ordine.

The Crooked Man è un gioco Indipendente Horror/thriller in 2D Rpg-style ma più che horror è sicuramente più incentrato sula psicologia dei personaggi che ci troveremo davanti. La storia è il punto forte di questo piccolo gioco che ci regala metafore e simbologie che non ho potuto cogliere quando lo giocai tanti anni fa, si parla chiaramente di depressione, morte, sogni spezzati e persone fatte a pezzi dalla vita.

E qui possiamo introdurre il nostro protagonista Ovvero David Hoover. un ragazzo di 26 anni trasferitosi in una piccolissima casa vicino a sua madre molto malata, e come se non bastasse la ragazza con cui si sarebbe dovuto sposare da li a poco lo ha piantato in asso, insomma per il nostro personaggio è uno dei momenti peggiori della sua vita. David cerca di vivere una vita normale anche aiutato dai suoi amici Paul e Marion ma cominciano ad accadere strane cose nella casa, vetri che si rompono, oggetti che cadono, singhiozzi durante la notte, tante piccole cose che lo inquietano ancora di più. Finchè un giorno, trova un foglio con su scritto un indirizzo e subito dopo sul muro della sala da pranzo appare un enorme scritta ”I’m Waitin’ for you” ovviamente David, spaventato a morte dall’accaduto, scappa dalla casa ma poi, prende la decisione di recarsi all’indirizzo indicato su quel foglietto di carta per scoprire chi o cosa non lo lascia vivere in pace.

Da qui comincia la straordinaria avventura di David dove dovrà affrontare le sue paure il suo passato e non solo, infatti sarà inseguito da questo essere disgustoso con il collo completamente spezzato ovvero il Crooked man, il quale vi farà sudare parecchio per poter scappare e non si arrenderà mai. Ma se giocherete capirete che il ”Crooked man ” è molto più di un mostro da abbattere ma mi fermo qui per evitarvi spoiler. Devo ammettere che quando ho deciso di parlare di questo titolo pensavo che avrei parlato di un titolo davvero mediocre rispetto ai titoloni parlati in precedenza come To the Moon e Journey , pensavo che fossimo allo stesso livello di Oxenfree un buon gioco ma non gran che.

E invece mi sono trovato davanti una delle storie più interessanti che io abbia mai avuto il piacere di seguire ma che oggettivamente parlando è davvero una storia davvero potente e ben scritta. Purtroppo il gioco non è stato realizzato nel migliore dei modi infatti gli script spesso vacillano, se esplorate le stanze prima di certi eventi potrete trovare personaggi fermi immobili ad aspettare che l’evento si risolva per far partire un dialogo o una determinata azione. Questo è sicuramente un gran difetto e non ha molti scusanti infatti ciò è una delle pecche più gravi di tutto il gioco senza ombra di dubbio anche se sono stati corretti nella nuova versione su Steam che vi consiglio di recuperare.

A parte questo però il gioco intrattiene parecchio con enigmi davvero complessi da risolvere, sempre intelligenti che vi faranno esclamare il classico ” AHHHHHH” quando capirete finalmente come risolvere un determinato rompicapo. Inoltre ricordate che dovrete salvare molto spesso il gioco se no, rischiate davvero di dovervi rifare pezzi molto lunghi perchè il gioco non ha funzione di autosalvataggio e siccome potrete morire da un momento all’altro, salvare il gioco spesso può davvero salvarvi dal dover rigiocare ore e ore di contenuto. Quindi il gameplay è ben strutturato e sicuramente valido nonostante i problemi grafici come le sovrapposizioni classiche che troviamo quasi in molti giochi di questo tipo.

Opinioni personali:

Come già detto in precedenza questo titolo mi ha davvero spiazzato. non mi aspettavo niente di tutto quello che invece mi sono trovato ad affrontare e a vivere, personalmente ho considerato alcuni enigmi parecchio frustanti e poco intuitivi il che in realtà non è neanche un male visto che, quando sono riuscito a risolverle determinati rompicapi, la soddisfazione è stata grande, ma non nascondo che in alcuni punti ho dovuto sbirciare qualche guida perchè ogni tanto, non riuscivo proprio a decifrare alcune cose da fare visto che il gioco non vi da alcun tipo di aiuto il che è un bene sopratutto se siete a ricerca di una sfida. Credo che alcuni rompicapi fossero davvero troppo poco intuitivi e non risolvibili senza un piccolo aiuto. Il gioco è interamente in inglese quindi è consigliata una buona conoscenza di questa lingua altrimenti meglio non giocarci anche perchè non potrete capire molto i messaggi che il gioco vuole mandarvi ( forse è anche per questo che, quando lo giocai la prima volta, non capi gran che e non rimase impresso nella mia memoria più di tanto) ma spero che possiate giocarci perchè il gioco contiene tante verità sulla vita e sui sogni e su come tutto può cambiare anche solo con una frase sbagliata.

Per concludere il titolo è davvero buono nonostante i difetti, se cercavate un gioco jumpscare senza spina dorsale beh siamo molto lontani da quello  se invece volete una storia potente con messaggi importanti e un finale realistico agrodolce che insegna tante cose sulla vita e come possiamo superare i momenti difficili il gioco è perfetto per voi. I giochi di questo tipo dimostrano sempre quanto la grafica ”pompata” poco importi per poter narrare una storia complessa. Il titolo ha una durata di 5/4 ore buone ma anche molto meno in realtà se decidete di prendere le risposte di tutti gli enigmi da internet, ma per un esperienza completa vi invito a giocarlo tutto magari, cercando qualche indizio su internet nel caso non riusciate proprio a risolvere alcune cose.

E niente ragazzi anche oggi abbiamo finito spero che l’articolo vi sia piaciuto vi lascio con l’inizio della  filastrocca caratteristica del gioco :

”There was a crooked man who walked a crooked mile

and he found a crooked sixpence against a crooked style

he bought a crooked cat who caught a crooked mouse

and they live all together ina little crooked house.”

 

Altre storie
Lucca Comics & Games 2018: un appuntamento all’insegna dell’espressività ludica